Tag

, , , , , , , , , , , ,

Non tener legati i cani, ché gli ospiti,
pur se lucidi, dovran de’ tuoi amici
gioire. Slega la tua Collarina

docile e non sgridarla col polemico
tuo piglio. In una serata di festa
ben accetto apparirà il giovamento

di vite fedeli, pure e sincere,
prima ancora di birra e di tabacco,
di musica e de’ tuoi capelli sciolti.

Non rinchiuder Collarina, dal muso
carino e dai grandi occhi fiduciosi,
finché possa mostrar la sua innocenza

e donare delizia ai commensali
in una calda serata di giugno.
Apri la grata, secondina! e libera

il cane, migliore amico degli uomini:
questi già mordono, a volte, esso mai.
Libera Collarina e la mia penna

a te sarà debitrice per sempre
o fino a che durerà la speranza
e l’amore che tosto ci ha concesso

chi, con tenere zampe e dolce naso,
ha chiesto in silenzio e senza rossore
una mano e una carezza ancora.

 

Lorenzo Cusimano, Menzogne, Ivrea (Italy), 2017.

 

Vai a Menzogne – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home