Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Fu quello il nostro vero primo bacio?
Di fragola sapeva e per la polvere
posto non era. Il cuore galoppava
impazzito, alto volava, l’abisso
saltava. E ‘l sole illuminava il volto
tuo, imbarazzato e bello,
che di rosso accarezzava: carminio
dell’emozione tua.
E avevi quella stessa camicetta
ed eri più di me giovane fiore.
Ancora più giovane il nostro amore
che nulla ricorda e tutto prepara.
Dobbiamo solo attender.
Sarà bello aspettare,
proprio sì come il nostro primo bacio.
E il tuo corpo vibrava,
mi stringevano le tue braccia tese
e trattenevano il fiato
per la tua bocca nel respiro mio.
Ed era un sogno o forse la coscienza,
e da me non riuscivi più a staccarti,
e forte ti reggevi
a me, mentre il profumo
i tuoi capelli spargevan nell’aria
estiva. Gli occhi di stesso colore
abbiamo: l’ho notato
soltanto con il nostro primo bacio.

 

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

 

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

 

Annunci