Tag

, , , , , , , , , , ,

Senza quell’anima, che lentamente
ne disponeva i drappi,
fredda resta la biblioteca mia.
Vuota appare senza quei dolci gesti
che intonavano ogni vero silenzio,
a patto che fossimo noi i lettori
di quei libri posati.
È spoglia dopo l’inverno pungente,
nella nuova primavera diversa,
dove a sbocciar non sono tulipani,
ma mute rose bianche.

 

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

 

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

 

foto di Agostina Passantino

Annunci