Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Nel giorno in cui ci unimmo
nella gioia e nel dolor, decidemmo
che insieme avremmo accolto
l’esilio. Questa Italia non ci volle.
Con fede al dito serrammo le imposte
e chiudemmo la dimora alla luce
della famiglia, che avremmo sperato,
desiderato piantare con seme
in questa città nostra,
ma intorno a noi vedendo
e mirando interminabili fughe
e inumane rinunce per chi sceglie
di non morir precario
ed insignificante.

La terra dei tre leoni decidemmo
quale meta e nessuno
ad accompagnarci ed ancora meno
volti ad accoglierci…

Italia che esilia i suoi figli sfruttati.
Italia che mangia il pan degl’affamati.
Italia accecata dalla tivvù.
Italia che azzanna la man che dona
carezza e pur conforto.
Italia che abbandona
gli amici nell’ora d’avversa sorte.
Italia che distrugge le speranze.
Italia che mortifica l’amore,
i nidi e le alcove. Italia che muore.

 

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

 

Vedi anche Esilio #2

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

 

Annunci