Tag

, , , , , , , , , , , ,

Il pino alto dagli aghi
cadenti riempie l’aere di profumi
che alla calma gioiosa
si mescolano in questo ispido giugno.
A qualcuno una decomposizione
parrebbe di ciò che è stato lasciato
a terra ai soli agenti.
E cosa c’è di strano?
Alla terra tutto ci lega molto
più che all’azzurro cielo.
Questo lo puoi guardare,
a volte non vedere,
però la terra mai la puoi ignorare,
soprattutto in questi giorni in cui forse
sprigiona e m’avvolge in una vischiosa
calma che accompagna ogni stanco passo.
Ed ho voglia di procedere scalzo,
affinché nudi piedi
accolgano ogni alito della terra.

 

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

 

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

 

Annunci