Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

È inutile aspettare il silenzio.
L’autostrada nella notte
non si ferma. Nessuno
sembra avere più rispetto
della notte, che riposo dovrebbe
recare a chi s’altera il sangue
ogni dì per i figli, per i morti,
per le mogli e per il nulla.
E invece il gallo canta nervosamente
ancor prima dell’alba, forse
perché odia le infinite auto
che continuamente
s’abbattono sulle onde.
Qualsiasi frazione di secondo
è preclusa al silenzio:
urla la lancetta dell’orologio,
cigola e sbatte maleducato
il cancello di palazzi
ancora troppo vivi.
Intanto canta un cane
le sue pene d’amore e il desiderio
di libertà. E mentre tutto
sembra nero come il silenzio.
La notte offesa si trasforma
la notte che piange non guarisce
la notte dimentica
perché abbiamo perso il giorno.

 

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

 

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

 

Annunci