Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Mi perdo nel guardare le tue foto.
C’è un abisso che ci separa innanzi
e che resta l’unica tua difesa
all’idea che m’assorbe e paralizza.

Tutt’or persecuzion mi pare, forse
lo era anche prima, ma noi sì distratti
non ce ne curavamo più di tanto,
tanta era l’ingenuità dei sorrisi.

Dalle mani nostre nascevan giochi,
altro che promesse: solo infantili
gote rosse, prima che si macchiasse

l’anima, che s’abbassassero gli occhi,
dimenticando ogni lieto imbarazzo
innocente prima d’essere persi.

 

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

 

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

 

Annunci