Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Sara abitava la casa dei fiori,
giù in quella strada verso la frontiera
praticata solo dai primi amori.

Il coraggio persino alla raggiera
mancava, tanto era vuoto il pensiero
in quegli anni e mesi di primavera,

in cui tutto ci pareva sincero
nel mondo. Bastavan pochi pensieri
perché il nostro passo fosse leggero

e i nostri sogni per lunghi sentieri
s’avviassero sconoscendo le paure.
Eravamo protetti, inconsci e fieri:

correvamo da lei portando pure
rose e figurine di calciatori;
anche le giornate di lampi scure
si riempivano d’intensi colori,

perché senza malizia e solo amore
non ci interessava d’esse l’odore,
sebben la sua casa fosse di fiori.

 

Lorenzo Cusimano, Finzioni, Casteldaccia (Italy), 2011.

 

Vai a Finzioni – Indice generale

Vai a Indice generale

Torna alla Home

 

resize-img

Annunci